Secondo Anno

Secondo Anno – Elementi di relazione Terapeuta / Paziente

L’obiettivo principale del secondo anno è restituire al singolo allievo l’applicabilità del metodo bioenergetico.

Vengono studiate le diverse tecniche caratterizzanti l’approccio e la relazione terapeutica all’interno dei vari contesti applicativi. L’attenzione è rivolta ai primi colloqui ed alla valutazione di alcune tra le più importanti tecniche psicoterapeutiche, confrontate con quelle bionergetiche allo scopo di offrire ai singoli allievi una visione più ampia ed esaustiva delle tecniche con le quali andrà ad operare.

Il singolo allievo verrà guidato attraverso i gruppi di tutoraggio all’interno dei quali verrà ridefinita sia l’esperienza del tirocinio esterno (ogni anno 120 ore circa), sia l’esperienza riguardante gli argomenti monografici che verranno trattati durante l’anno.

Il tutto verrà valutato a fine anno attraverso una prova di valutazione.

Insegnamenti teorici

  1. Psicologia Dinamica II annualità – Numero di ore: 30
  2. Espressione corporea e Psicoanimazione – Numero di ore: 40
  3. Teorie e tecniche del colloquio psicologico – Numero di ore: 30
  4. Psicologia della salute – Numero di ore: 25
  5. Elementidi psichiatria – Numero di ore: 35
  6. Antropologia culturale – Numero di ore: 30
  7. Sessuologia clinica – Numero di ore: 35

Insegnamenti teorico-pratici (caratterizzanti)

  1. Analisi Bioenergetica e Psicosomatica – Numero di ore: 20
  2. Analisi Bioenergetica II annualità – Numero di ore: 20
  3. Teorie e tecniche delle dinamiche di gruppo – Numero di ore: 20
  4. Seminari intensivi e supervisione
  5. Training di formazione individuale (48 ore)
  6. Training di formazione di gruppo (48 ore)
  7. Maratone di gruppo (60 ore)

Seminari Integrativi

Argomenti monografici:

Il ciclo vitale, genogramma,  role playing, comunicazione interpersonale e dinamiche di gruppo, il linguaggio del corpo.

Alcuni temi dei seminari esperienziali e tecnico-applicativi

Elementi di psicoterapia umanistica integrata: chiavi di consapevolezza; l’osservatore; l’empatia; l’ascolto attivo; le emozioni del terapeuta, i gruppi d’incontro.